VINITALY – Verona 2011

powered by WordPress Multibox Plugin v1.4

La più grande fiera dedicata al settore vinicolo. Ogni anno 4 mila espositori, provenienti da tutto il mondo, presentano il top della produzione. Cinque giorni di grandi eventi capaci di attrarre 153 mila professionisti del settore: degustazioni tecniche di vini e distillati, panoramiche sulle realtà vitivinicole delle diverse regioni italiane e un programma convegnistico, articolato in conferenze, forum e seminari, che affronta e approfondisce i temi dell’attualità facendo emergere le sfide e le prospettive per il futuro. Tutto questo è Vinitaly.

In più, quest’anno, Vinitaly partecipa ufficialmente con il progetto della “Bottiglia dell’Unità d’Italia” alle celebrazioni dei 150 anni della creazione dello Stato italiano. Dal vino un segnale della capacità imprenditoriale dei vitivinicoltori italiani, ognuno espressione delle peculiarità della propria terra, ma capaci di rappresentare all’estero l’eccellenza del made in ItalyQuaranta vitigni autoctoni per realizzare un vino rosso e uno bianco che siano la summa delle 20 regioni del Belpaese, e che rappresenteranno ufficialmente la ricorrenza della fondazione dello Stato italiano anche all’estero, a partire dalla presentazione ufficiale della “Bottiglia dei 150 anni dell’Unità d’Italia” al prossimo Vinitaly del 7-11 aprile 2011 a Verona.

Il progetto, nato da un’idea del Presidente di Veronafiere, Ettore Riello, e lanciata durante l’edizione 2010 di Vinitaly,

powered by WordPress Multibox Plugin v1.4

nell’ambito della storica visita del Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, e subito accolta dal Quirinale con grande entusiasmo ed inserita tra gli eventi ufficiali maggiormente significativi per l’anno delle celebrazioni.

Un vino dall’alto valore simbolico, che verrà donato alle massime autorità internazionali. Uno strumento di promozione per sottolineare nel mondo le peculiarità della vitivinicoltura italiana, presente in ognuna delle 20 regioni italiane e per questo ricca di differenze, ma capace di dare vita un sistema produttivo espressione dell’eccellenza italiana nel mondo.

Coinvolta nel progetto Assoenologi, per la creazione del blend di 20 vitigni a bacca rossa e 20 a bacca bianca, uno per ogni regione, scelti in base alla rappresentatività dagli Assessorati regionali all’agricoltura. Al lavoro nei mesi scorsi un’apposita commissione di enologi presieduta da Giancarlo Prevarin. Panel leadear Riccardo Cotarella, che ha creato i blend, fissando la percentuale di ognuno dei vini prescelti.

Questi i vini: Petit rouge, Barbera, Croatina, Rossese di Dolceacqua, Raboso, Teroldego, Refosco dal peduncolo rosso, Sangiovese, Cesanese di Affile, Sagrantino, Lacrima, Montepulciano, Tintilia, Negroamaro, Aglianico, Aglianico del Vulture, Gaglioppo, Nero d’Avola e Carignano ottenuti in annate comprese tra il 2005 e il 2009, anche affinati in legno per il vino rosso.

powered by WordPress Multibox Plugin v1.4

Prié blanc, Cortese, Trebbiano di Lugana, Garganega, Weissburgunder, Friulano, Pignoletto, Vernaccia di San Gimignano, Grechetto, Malvasia, Verdicchio, Trebbiano, Falanghina, Fiano, Greco, Greco bianco, Grillo e Vermentino della vendemmia 2009 non passati in legno per il vino bianco.

Uniche anche le bottiglie che conterranno i vini, appositamente ideate e disegnate da Aldo Cibic, architetto e designer di fama mondiale, sotto la direzione creativa di Riccardo Facci, fondatore dell’agenzia creativa Facci & Pollini. Dopo un paio di mesi di affinamento in bottiglia, il vino dei 150 anni verrà consegnato al Presidente della Repubblica.

(fonte www.vinitaly.com)

powered by WordPress Multibox Plugin v1.4

Per non farvi mancare nulla , potreste soggiornare in uno degli hotel-benessere più belli di Verona: il San Marco City Resort & Spa , molto vicino al centro storico e alla fiera, che con i suoi 200 mq di centro benessere darà al vostro soggiorno di piacere quel tocco di relax che tutti ricercano anche in un breve soggiorno.

No related posts.

Be the first to comment

Leave a Reply